Ribe, Danimarca: Cosa Vedere Nello Jutland? Guida ai Luoghi di Interesse

Molte persone hanno il desiderio di visitare la Danimarca: cosa vedere? Oltre alla capitale, Copenaghen, nello Jutland meridionale troviamo la città millenaria di Ribe, la città più antica del Paese. Cosa visitare in questo luogo? Ne parliamo nel corso del nostro articolo di oggi.

Ribe è una città situata nella penisola dello Jutland: la sua storia ha avuto inizio circa 1300 anni fa ed è per questo motivo che è è considerata la città più antica di tutta quanta la Danimarca.

Ribe ha conservato la sua atmosfera antiquata fino ai giorni nostri:  difatti girando per le sue vie ricche di case vighinghe vi sembrerà di essere catapultati nel passato.

In essa ogni anno si riversano frotte di turisti alla ricerca delle attrazioni più belle. In questo articolo vi mostreremo cosa vedere e in che modo svolgere il vostro tour in questa città così particolare.

Il Centro storico

Come accade per molte altre città d’arte, il fulcro di molte attrazioni è il centro storico di Ribe.

Questa è una zona imperdibile della città in quanto ospita ben 100 edifici dichiarati monumenti nazionali, tutti meritevoli di una visita.

 

Vi consigliamo di arrivare in centro per visitare i monumenti durante le ore di giorno, in modo da poterle apprezzare con la luce del sole, ma vi suggeriamo anche di tornare la sera, dalle 20 alle 22, per assistere al rito del cambio di guardia, con il guardiano che inizia la sua ronda.

Vediamo nel dettaglio alcuni di questi monumenti che tanto piacciono ai turisti e che vi consigliamo di visitare!

La cattedrale di Ribe

Uno dei più antichi edifici della Danimarca e di Ribe è invece la cattedrale, sede della diocesi di Ribe.

Si tratta della chiesa luterana del paese, sede della diocesi di Ribe. La sua costruzione partì nel 1130 e venne terminata nel 1225 in stile romantico. L’interno è caratterizzato da numerose opere d’arte che l’abbelliscono e la rendono ancor più particolare.

cattedrale

La chiesa è dedicata alla Vergine Maria ed è l’unica cattedrale a 5 navate del paese. Se lo desiderate, potrete visitare anche una delle sue tre torri, la torre della gente comune, alta ben 52 metri.

L’interno è a pianta basilicale, composta da tre navate e matronei. E’ possibile ammirarvi molte opere d’arte, tra cui spicca il pulpito rinascimentale realizzato nel 1597 da Jens Asmussen da Odense.

Nel seicento la cattedrale in questione fu colpita da una forte alluvione, e i segni sono ancora visibili, ciò nonostante la sua bellezza vi lascerà incantati.

I musei: Ribe Vikingecenter e Ribe Kunstmuseum

Se volete invece scoprire qualcosa di più sul passato della Danimarca e di questa città, dovreste allora visitare il Ribe Vikingecenter: un museo in cui troverete reperti risalenti al periodo dei vichinghi e in cui potrete scoprire la cultura di questi guerrieri nordici.

Ribe Vikingecenter

Un altro museo in cui si ha la possibilità di risalire al passato della città è il Ribe Kunstmuseum.

Qui sono conservate alcune delle più importanti opere artistiche della Danimarca; in particolare opere che vanno dal 1750 al 1950.

Quando visitate i musei vi consigliamo, se possibile, di affittare a prezzi bassi (talvolta sono gratuiti) le audioguide, in modo da poter apprezzare al meglio la storia e l’arte di un paese di cui non condividiamo la lingua, soprattutto se non parlate l’ignlese: spesso le didascalie al di sotto delle opere non comprendono l’italiano.

Se non comprendete l’inglese o le lingue turistiche più diffuse potreste davvero valutare di fare ricorso alle guide vocali, che invece offrono una selezione di lingue più ampia.

Il centro del mare di Wadden

Questa splendida città nordica non ha da offrire soltanto attrazioni legate al turismo e all’arte, ma anche quello a contatto con la natura selvaggia dei Paesi Scandinavi.

Se siete dunque tra gli amanti della natura, il centro del mare di Wedden fa allora al caso vostro.

Isola di Mando

Esso è un parco nazionale dove è possibile visitare le paludi e fare escursioni in mare aperto, fino ad arrivare sull’isola di Mando.

Si tratta di un’oasi naturalistica protetta, dove poter ammirare ed avvistare specie di uccelli anche quelle in via di estinzione.

Se non temete il freddo è possibile affittare una bicicletta per muoversi più velocemente sulle meravigliose spiaggette, lungo il paesaggio della brughiera.

In questa zona vi è anche il parco Enghave Dyre Naturpark. Esso è costituito da oltre 70.000 metri quadrati di parco naturale, in cui è possibile vedere nel loro habitat naturale animali, rare specie di flora e moltissimi laghi dall’impatto suggestivo.

Il mercato vichingo di Ribe

Infine, per coloro che hanno intenzione o l’occasione di visitare la città di Ribe nel primo fine settimana di maggio, è consigliabile  non perdersi il più grande mercato vichingo del nord Europa.

Esso ospita per sette giorni, 300 vichinghi, arcieri, guerrieri, cavalieri e artigiani gironzolano per le vie della città, il tutto accompagnato da antiche canzoni e cibi dell’epoca. Un modo davvero suggestivo per rivivere un’epoca passata!

mercato vichingo

A tal proposito, nel corso di alcuni scavi archeologici del 1973 è emersa una vera e propria città-mercato, datata al 710.

Sono stati rinvenuti una molteplicità innumerevole di reperti e utensili di stampo mercantile , che dimostrano che questa città  ha sempre avuto una vita di vocazione mercantile, oltre che artistica.

Cosa mangiare a Ribe e in Danimarca?

Per quanto riguarda la cucina tipica, qui potrete mangiare tipicamente il pane di segale e le zuppe, soprattutto quelle a base di pesce: molto rinomata è la zuppa di anguilla e anche quella di porri e patate.

Anche i secondi sono spesso a base di pesce, oltre che di carne.

Inoltre la Danimarca vanta una produzione di prodotti caseari è che probabilmente risale ad oltre 100 anni fa: potrete trovare formaggi sia simili al gorgonzola, che quelli più stagionati, o più freschi.

Piatti tipici Danimarca

Infine, per i più golosi, non potete non assaggiare i famosi biscotti al burro, rinomati in tutto il mondo. Anche i dolci con le mele e la cannella, i budini alla vaniglia e le frittelle sono apprezzate dai turisti.

Come parlare in Danimarca?

Naturalmente quando si va in paesi caratterizzati da lingue che non conosciamo, è possibile domandarsi come sarà possibile esprimersi: non è neppure da dire che, come ormai in tutto il mondo, il turismo si basa sulla lingua del Regno Unito: difficilmente troverete chi parla italiano, dunque impegnatevi a imparare l’inglese oppure considerate l’idea di appoggiarvi ad una guida turistica!

Ulteriori risorse utili

Prima di salutarvi vogliamo darvi qualche consiglio utile nel caso in cui aveste deciso di visitare la Danimarca: leggete i nostri articoli per trovare qualche spunto e arricchire il vostro soggiorno!

Buon viaggio!

Leggi Anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *