Isole Faroe: Cosa Vedere e Quando Andare

Le isole Faroe si trovano nel nord dell’oceano Atlantico e formano un arcipelago di ben 18 isole: esse rappresentano una regione autonoma del Regno Unito di Danimarca dal 1948 e contano ben 50 mila abitanti e rappresentano una meta molto amata nei viaggi in Nord Europa.

Sono un elogio alla natura, ma ad oggi non sono ancora molto conosciute tra i viaggiatori. Quando andare a visitarle? Cosa vedere in questo splendido angolo di paradiso?

In questo articolo cercheremo di capire brevemente quali sono le principali attrattive da visitare assolutamente. Per chi ama i paesaggi naturali e la vita tradizionale, le isole Faroe rappresentano un vero e proprio paradiso.

 

Le attività da svolgere durante un tour dell’arcipelago sono tantissime, quindi in questo articolo vi consiglieremo le più gettonate e soprattutto le più apprezzate.

Nei prossimi paragrafi scoprirete inoltre quali sono i periodi migliori per visitare tanta bellezza.

Continuate a leggere e scoprite insieme a noi le Faroe Islands!

Quando andare alle Isole Faroe: cosa vedere?

Avete mai sentito parlare del Bird Watching? Questa attività vi permette di fare delle meravigliose escursioni con lo scopo di osservare le diverse specie di uccelli.

Su queste isole il Bird Watching è molto praticato, questo per la sua caratteristica fauna: sono state individuate ben 300 specie di uccelli.

Anche se non vi interessa particolarmente il Bird Watching potete prenotare comunque delle escursioni per godere della natura che vi circonda.

Tra le mete migliori troviamo: le scogliere di Djupini e l’isola di Stòra Dìmun, famosa per essere abitata da una sola e unica famiglia.

Ovviamente esistono escursioni anche per gli amanti del mare. Basterà noleggiare un’imbarcazione, con o senza guida, e andare in mare aperto. Se invece volete attività più adrenaliniche potete prenotare un’immersione subacquea.

Anche nelle isole Faroe la storia non manca, in particolare le loro tradizioni vengono raccontate e tramandate all’interno delle città e dei villaggi.

Torshavn

Torshavn è la capitale delle isole, ed oltre a graziosi hotel, offre anche piccoli musei e gallerie d’arte e design.

Molto interessante è la cosiddetta Casa del Nord, un museo dedicato alla Scandinavia, dove vengono svolti concerti, mostre e spettacoli. Nell’arcipelago vi sono anche molte ex fattorie allestite a museo, che vi spiegheranno come gli abitanti di queste terre vivevano fino a non molto tempo fa.

Visitare le Faroe Island: il periodo migliore

Il periodo migliore per visitare le isole Faroe è quello primaverile/estivo, le temperature più miti vi permetteranno infatti di visitare l’arcipelago con più tranquillità.

Esse sono però molto piovose per tutto l’anno: anche se il vostro viaggio sarà in piena estate, il nostro consiglio è quello di portarvi dietro sempre dei vestiti pesanti, impermeabili, un ombrello e scarpe comode.

Tenete a mente che il periodo da giugno a settembre, oltre ad avere temperature più alte, è caratterizzato da giornate più luminose. Si può arrivare infatti fino a 19 ore di luce.

Gli sbalzi di temperatura sono sempre dietro l’angolo, così come la pioggia. A Torshavn, una delle città più visitate, le temperature minime estive sono di 9°, le massime invece di 13°.

Un altro fenomeno spesso presente in questo meraviglioso arcipelago è la nebbia, che a volte è talmente fitta da non far vedere più niente.

faroe

Isole Faroe, clima: info meteo e temperature 

Ecco un paragrafo dedicato al clima, così da permettervi di organizzare al meglio la vostra vacanza. Abbiamo visto che il clima presente in questo territorio è temperato freddo oceanico: questo a causa della corrente del golfo che bagna le isole e a causa dei caldi venti sudoccidentali.

Gli inverni sono quindi abbastanza miti, con temperature tra i 3° e i 4°; le estati invece sono molto fresche, con temperature che vanno dai 9° ai 10°.

In primavera e in autunno si registrano in media 8°. Le isole Faroe sono caratterizzate, per quasi tutto l’anno da frequenti piogge e nuvole.

Anche le nevicate sono abbondanti durante il periodo invernale, talvolta possono esserci precipitazioni nevose anche a primavera inoltrata.

Le precipitazione vanno oltre i 1400 mm l’anno; si contano una media di ben 280 giorni di pioggia o neve.

I periodi soleggiati sono quindi, purtroppo molto rari, ma questo non scoraggia i migliaia di turisti che ogni anno decidono di non poter perdersi gli spettacoli naturali che queste isole offrono.

Isole Faroe: come arrivare?

Se volete visitare le Isole Faroe, dovete sapere che sono raggiungibili agevolmente mediante l’aereo grazie ai collegamenti dei voli diretti tutto l’anno dalla Danimarca, dall’Inghilterra, dall’Islanda e dalla Norvegia.

Dall’aeroporto di Copenaghen la compagnia Atlantic Airway smette in campo voli giornalieri, mentre dall’aeroporto di Billund ci sono diversi collegamenti settimanali a seconda del periodo dell’anno.

Lo scalo di Vagar è situato a 56 chilometri dalla capitale delle Isole Faroe Thorshavn, situata sull’isola di Streymoy.

Una volta atterrati dovete prendere un bus che, con cadenza oraria, vi porterà in centro al prezzo di 100 corone faroesi che equivalgono a circa 13,50 euro.

Il prezzo del biglietto è inclusivo anche del costo della traversata in traghetto per l’isola di Streymoy.

Se volete raggiungere le isole Faroe via mare, è disponibile il collegamento con il traghetto Norröna.

Il viaggio dura la bellezza di 36 ore ed è più frequente nel periodo di maggior afflusso turistico, con collegamenti due volte a settimana dalla Danimarca, mentre è meno frequente nel periodo invernale.

Vita notturna e moneta

Cosa fare durante il proprio soggiorno qui? Da marzo a fine agosto, inoltre le isole sono colme di vita con tantissimi eventi organizzati.

Da giugno a luglio i teatri si riempiono, e in numerosi locali iniziano diverse degustazioni e spettacoli.

Il 28 e il 29 luglio si festeggia invece con il festival nazionale faroese, che commemora il Re di Norvegia che governò dal 1015 al 1028.

Per quanto riguarda la vita notturna, invece, non c’è molto da fare e quindi questa è una destinazione per chi cerca pace e tranquillità e non movimento.

Isole Faroe notte

E la moneta? La moneta delle isole Faroe è la corona faroese: il cambio è identico a quello della corona danese, la quale viene accettata ovunque sull’isola.

L’Euro viene accettato solo nelle città, ma non dappertutto: meglio recarsi in loco con una carta prepagata. Le carte vengono accettate ovunque.

Cosa mangiare alle Isole Far Oer?

Cosa mangiare sull’isola? Molti turisti restano colpiti dall’esperienza chiamata Heimablídni: si tratta di una tradizione faroese di “ospitalità in casa”: i turisti pagano un pranzo o una cena a casa della gente del luogo.

Cosa si può assaggiare? Tipiche delle isole della Danimarca sono le pietanze a base di pesce fresco o di carne fermentata.

Tuttavia non troviamo soltanto ricette di cucina tradizionali e casalinghe, ma vi sono anche ottimi ristoranti.

Ulteriori risorse utili

Prima di lasciarti andare, vorremmo proporti alcuni articoli sulla bellissima Danimarca: chissà che non ti venga voglia di organizzare un viaggio più lungo?

Buona lettura!

Leggi Anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *