Italo Treno: Opinioni, Tratte e Wi-Fi a bordo. Recensione completa sul Servizio

Siete mai stati a bordo di Italo Treno? Sebbene con enorme ritardo rispetto agli altri Paesi europei, anche in Italia esiste un briciolo di concorrenza nel settore dei trasporti ferroviari grazie all’avvento sul mercato della società NTV che, con Italo Treno, si propone come alternativa a Trenitalia nel campo dell’alta velocità.

Quali sono le opinioni dei viaggiatori su questo servizio? In questo articolo cercheremo di tracciare il punto, fornendo una recensione breve ma esaustiva su tutti quelli che sono gli interrogativi che, di solito, riguardano chi sta organizzando un viaggio o si sposta abitualmente per lavoro.

NTV è ormai una realtà consolidata da anni, nonostante ciò in molti ancora non hanno avuto modo di viaggiare con Italo Treno: questo perché, trattandosi di un servizio che copre l’alta velocità, molte città non sono ancora raggiunte dai treni di NTV e, di fatto, per milioni di persone l’unica possibilità di usufruire di un servizio ferroviario in tante regioni è Trenitalia.

Tratte Italo Treno: quali città sono raggiunte?

Quanto detto nel precedente paragrafo è vero ma, attenzione, negli ultimi tempi si registra un buon impegno da parte della società che con i suoi bus sta collegando le stazioni dell’alta velocità con altre città.Opinioni su Italo Treno

Come potete vedere dall’immagine sotto, tratta dal sito ufficiale della compagnia, molte località sono raggiunte dal pullman e, di fatto, è possibile prenotare anche un viaggio da Milano Centrale a Potenza, Cremona, Taranto, Matera o verso il Cilento, tutte località che, appunto, sono fuori dall’alta velocità e che, probabilmente, difficilmente saranno mai collegate alla linea veloce che attraversa il nostro Paese.

Così facendo NTV ha di fatto iniziato a superare uno dei suoi limiti principali che, fino a qualche tempo fa, vedevano l’impossibilità di usufruire del servizio per molte persone o, comunque, mettevano il cliente di fronte alla prospettiva piuttosto scomoda di dover prenotare separatamente più treni (magari il regionale di Trenitalia + Italo Treno) e perdere più tempo.

Come funziona Italo Treno: Wi-Fi e servizi

Ormai anche i treni funzionano come i voli ed i bus low cost che su Affari Miei trovate recensiti nella sezione dedicata alle guide di vita generali. Come si suol dire, “chi tardi arriva male alloggia” e, pertanto, in genere le offerte tendono a premiare chi prenota in anticipo e sceglie le tariffe più basse.

I prezzi sono concorrenziali, spesso più bassi del concorrente unico dell’azienda, ma chiaramente bisogna essere abbastanza svegli nell’organizzarsi in anticipo: nella nostra guida per viaggiare spendendo poco questo concetto viene approfondito sotto altri aspetti, se state organizzando un viaggio vi consigliamo di leggerla.

Le “classi” sono così denominate: Smart, Extra Large, Primae Club Executive. Per ognuna di esse è possibile scegliere un’opzione che varia a seconda della flessibilità: più essa è bassa, meno si paga (ma si trovano di solito anche meno biglietti!). Low cost, Economy, Flex ed A/R in giornata sono le opzioni che potete scegliere per il vostro viaggio.

Parliamo di ciò che si vede dal sito e tutte le istruzioni che trovate sul blog sono solitamente orientate a chi prenota online: è possibile acquistare i biglietti anche in agenzia oppure nelle stazioni ma, giacchè siamo ormai nell’era del web 2.0, ci pare una soluzione piuttosto marginale e che di solito è anche piuttosto dispendiosa.

Maggiore è la vostra spesa e più servizi potete trovare: dai sedili più ampi fino alla carrozza cinema, diverse sono le possibilità di cui si può disporre nel corso del viaggio a seconda della propria scelta.

Immagine tratta dal sito e risalente a giugno 2016

Capitolo Wi-Fi: tutti i treni ad Alta Velocità ormai sostengono di offrire il servizio. Chi ha viaggiato almeno una volta su tratte lunghe, però, sarà concorde nel dire che spesso si tratta di un miraggio.

C’è da dire, a difesa delle compagnie e quindi anche di Italo Treno, che la conformazione del territorio italiano non aiuta: trattandosi di una connessione che funziona in maniera molto simile a quella dei telefoni cellulari, è quasi normale che ci siano continue interruzioni quando si attraversano gallerie o aree scarsamente urbanizzate.

Se dovete fare un viaggio lungo – chi scrive ne ha fatti diversi sulla tratta Torino – Salerno – tenetevi pronti ad ore di noia in cui avrete poco da fare: in questo caso un buon libro cartaceo o su tablet può essere l’unica vera compagnia.

Si potrebbe tentare di parlare con i vicini che si beccano in carrozza anche se, nella modernità attuale, 9 volte su 10 il dirimpettaio è intento come voi a scrivere su Whatsapp o a scrollare la bacheca di Facebook e difficilmente vi rivolge la parola. Maledetta contemporaneità!

Opinioni su Italo Treno: è una scelta conveniente?

Veniamo al dunque. Molti dei problemi evidenziati riguardano sia Italo Treno che il concorrente Freccia Rossa di Trenitalia e, ancor di più, caratterizzano le tratte più lunghe dei bus low cost Megabus e Flixbus: passare tante ore su un mezzo è una bella rottura di scatole, specie se lo si fa per motivi diversi da una vacanza in cui magari ci si vuole svagare. In quest’ultimo caso, molte delle considerazioni espresse in precedenza potrebbero apparire fuorvianti dato che, presi dall’entusiasmo del viaggio, avvertirete molto poco la sensazione di noia, specie se siete in compagnia.

Ai fini della convenienza, possiamo dire che i prezzi sono spesso inferiori rispetto alla concorrenza e che il servizio, tutto sommato, è accettabile salvo alcune fisiologiche esperienze poco positive che possono capitare un po’ ovunque.

Il livello dei trasporti, a dire il vero, fa pena in tutta la Penisola e, nel fare un paragone legato all’Italia, bisogna tener conto di questo mentre si scrive una recensione.

Quanto alla puntualità, non ci si può lamentare: i ritardi spesso sono legati a disservizi della rete ferroviaria, gestita da Ferrovie dello Stato, o al traffico in entrata nelle stazioni, gestite anch’esse in pratica dal concorrente.

Possiamo concludere, dunque, dicendo che Italo Treno garantisce un servizio accettabile, i cui prezzi sono spesso concorrenziali rispetto agli altri e che, tutto sommato, si pone abbastanza positivamente nel sistema Italia.

I veri problemi del trasporto ferroviario sono strutturali: fin quando non avremo più binari in grado di accorciare le distanze nel Paese, difficilmente potremo dare la “colpa” ai singoli operatori.

Leggi Anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *