Cosa Vedere a Torino: Cose da Visitare in un Giorno e Due Giorni – Tour Completo

Torino è tra le città più belle e importanti d’Italia e d’Europa, dalla veste elegante con i suoi caffè e locali storici e ricca di monumenti e luoghi di cultura; il suo fascino è legato anche alla tradizione che la vuole come città della magia e occultismo che, a detta del grande artista metafisico De Chirico, la rendono “la città più profonda, più enigmatica, più inquietante non d’Italia, ma del mondo”.

Nel 2006 le XX Olimpiadi invernali sono state il pretesto per un rinnovamento di diverse aree e servizi, rendendo Torino particolarmente accogliente e vivibile.

Potrai raggiungere Torino con diversi mezzi: la città è servita da due aeroporti internazionali, Torino Caselle, a circa 20 km dal centro, e Cuneo Levaldigi a circa 80 km da Torino, utilizzato soprattutto per i voli low cost; Torino è raggiungibile anche attraverso la linea TAV, il treno ad alta velocità.

Il centro storico è facilmente visitabile a piedi, in bicicletta con gli autobus e con la nuovissima linea di Metropolitana.

Cosa vedere a Torino? Naturalmente la risposta è commisurata al tempo che avrai a disposizione per visitare Torino che sicuramente è tra le città italiane più ricca di luoghi da visitare.

Ti suggeriremo un itinerario per visitare Torino in un giorno o due giorni, spostandoti dal centro verso la periferia; le cose da vedere a Torino che ti consiglieremo ti permetteranno di orientarti in città e magari organizzare da solo il tuo soggiorno, adattando la tua esperienza di visita secondo i tuoi interessi e al tempo che avrai a disposizione.

Continuiamo a leggere e partiamo alla scoperta della prima capitale d’Italia! Voltiamo pagina!

Piazza Castello

Cosa fare a Torino? Il punto di partenza del nostro itinerario nel centro di Torino sarà sicuramente Piazza Castello che occupa lo spazio dove anticamente era posto l’accesso al Castrum Romano, l’area dell’attuale Quadrilatero, una delle zone più vive della città e da cui partono alcune delle vie più importanti della città come Via Garibaldi, via Pietro Micca, Via Roma e Via Po.

Torino Piazza Castello

Piazza Castello è spesso utilizzata per eventi e manifestazioni di ogni tipo, è circondata da importanti negozi, locali e uffici.

Lungo il suo perimetro si concentrano alcuni dei principali monumenti da visitare a Torino: il Palazzo Reale, Palazzo Madama e Castello degli Acaja, il Teatro Regio, che adesso andremo a scoprire uno ad uno.

Palazzo Reale di Torino

Il Palazzo Reale di Torino è la principale tra le Residenze Sabaude, riconosciute patrimonio dell’umanità dall’Unesco nel 1997.

Nel 1563, quando fu trasferita la capitale del ducato da Chambéry a Torino, il duca Emanuele Filiberto di Savoia scelse come propria residenza il palazzo del vescovo, nei pressi del Duomo; già Il Duca affidò all’architetto Ascanio Vittozzi la realizzazione di un nuovo palazzo al posto di quello Vescovile.Palazzo Reale Torino

Dal XVII sec iniziarono le modifiche che, soprattutto dopo il passaggio da Ducato a Regno di Sardegna, gli hanno dato l’attuale veste, frutto del lavoro di importanti architetti come Filippo Juvarra, Pelagio Palagi e altri.

 

Da vedere nel Palazzo Reale di Torino sono le varie sezioni che lo compongono; oltre agli appartamenti storici il complesso è composto dalla ricca Galleria Sabauda, la bellissima l’Armeria Reale e il Museo di Antichità.

Il Palazzo Reale è spesso sede di importanti mostre ed eventi.

Palazzo Madama di Torino

Visitando Palazzo Madama rivivrai i duemila anni di storia della Città di Torino.

Palazzo Madama Torino

L’edificio è passato nei secoli dall’essere la porta orientale della città a Casaforte e Castello degli Acaja, fino al trasferimento nel della corte nel vicino Palazzo Reale XVI sec.

Il nome gli fu dato durante il periodo di reggenza del Ducato di Savoia da parte della Madama Cristina di Borbone-Francia e successivamente della seconda Madama Giovanna Battista di Savoia-Nemours.

 

Oltre la bellissima facciata settecentesca e lo scalone monumentale di Juvarra, la residenza conserva fastosi saloni interni e resti archeologici delle antiche strutture romane.

Di fronte al Castello vedrai il Teatro Regio, purtroppo perduto nelle sue forme originali nell’incendio del 1936 e ricostruito con una bellissima architettura contemporanea negli anni settanta.

Il Duomo di Torino e Cappella della Sacra Sindone

Tra le cose da vedere a Torino, una delle esperienze più suggestive e mistiche è la visita al Duomo di San Giovanni Battista; la Cattedrale infatti custodisce la Sacra Sindone, probabilmente la reliquia più famosa e studiata al mondo, arrivata a Torino nel 1578.

Duomo di Torino

L’attuale costruzione sorge sui resti delle antichissime chiese di San Salvatore e Santa Maria de Dompno e, in epoca longobarda, di San Giovanni Battista.

Il Campanile venne terminato nel 1460 e conserva in parte le forme originali, mentre il resto dell’edificio fu interamente ricostruito a partire dal XV sec.

La parte più affascinante del Duomo di Torino è sicuramente la cupola della Cappella della Sacra Sindone, famosissima opera di Guarino Guarini, che custodisce il lenzuolo di lino che secondo la tradizione ha avvolto Gesù Cristo nel Santo Sepolcro.

Porta Palatina e Porta Palazzo

Vicino al Duomo potrai vedere i resti più importanti della città romana di Augusta Taurinorum, l’antico Teatro romano e la Porta Palatina, l’accesso settentrionale alla città che ancora conserva l’antica struttura in mattoni con le due torri e il basolato romano.

Porta Palatina

Varcata Porta Palatina ti basteranno pochi passi per raggiungere Piazza della Repubblica dove si tiene lo storico mercato di Porta Palazzo con i suoi padiglioni tra cui l’antica tettoia dell’orologio, struttura in metallo di inizio novecento.

Porta Palazzo Torino

Nel mercato ancora oggi si concentra la parte più viva e multietnica della città, dove potrai perdere tra merci, profumi e colori di ogni tipo.

Poco più a nord di Porta Palazzo, in via Borgo Dora, si tiene l’altro storico mercato di Torino, il Balon, il famoso mercato delle pulci.

Da Piazza della Repubblica attraverso Via Milano e successivamente attraversando l’importante Via Garibaldi, dove troverai bei negozi e locali, potrai raggiungere di nuovo in poco tempo Piazza Castello.

Molte delle stradine e delle piazzette nel perimetro disegnato, la sera ospitano una animata vita notturna con localini di ogni tipo.

Palazzo Carignano e Museo del Risorgimento a Torino

Un vero e proprio viaggio nel tempo; a Torino da vedere non può mancare Palazzo Carignano con il Museo del Risorgimento.

Il Palazzo fa parte delle Residenze Sabaude patrimonio dell’umanità Unesco, ed è una degli esempi più interessanti dell’architettura barocca, in particolare la splendida facciata opera di Guarino Guarini.

Palazzo Carignano

Gli interni sono magnificamente decorati con affreschi e stucchi e i recenti restauri in occasione 150 dell’unità d’Italia hanno permesso la riapertura dei bellissimi appartamenti sei-settecenteschi dei Principi.

Palazzo Carignano, inoltre, ospita il Museo Nazionale del Risorgimento dove potrai rivivere, attraverso ogni tipo di testimonianza, il processo di unificazione italiana; all’interno del percorso potrai vedere la suggestiva sala del primo Parlamento dell’Italia Unita.

Il museo affaccia sul bel cortile interno del Palazzo e su Piazza Carlo Alberto dove è presente la Biblioteca Nazionale Universitaria.

Il Museo Egizio di Torino

Avresti mai pensato che la fredda Torino ti può far rivivere l’antico Egitto? È impossibile visitare Torino senza entrare nel suo Museo Egizio, il secondo per importanza al mondo dopo quello de Il Cairo.

Museo Egizio

La collezione nasce nel 1824 poco dopo la fine delle campagne napoleoniche in Egitto che stimolò in tutta Europa l’interesse per le antichità egizie.

Il Museo Egizio di Torino oggi è il settimo sito culturale più visitato in Italia e custodisce una straordinaria raccolta di mummie, sarcofaghi, statue, papiri, monili e amuleti di ogni tipo e materiale.

 

In seguito ai lavori di rinnovamento e ingrandimento del Museo, dal 2015 l’area espositiva è notevolmente aumentata, con l’aggiunta di spazi per la didattica, sale per le mostre e punti per il ristoro, configurandosi come uno dei musei più all’avanguardia in Italia.

L’ingresso è su Via Accademia delle Scienze, tra le centralissimi Piazza Carignano e Piazza San Carlo.

Via Roma e Piazza San Carlo

Visitare Torino vuol dire anche passeggiare tra i sui raffinati portici, che si estendono per circa 20 km, e tra le vetrine dei negozi e gli splendidi locali storici; per fare ciò non c’è posto migliore di Via Roma e Piazza San Carlo.

Via Roma collega Piazza Castello a Piazza San Carlo, qui potrai trovare alcune delle boutique più importanti di Torino, per lo shopping di lusso e non solo; non mancano infatti i marchi internazionali con prezzi più accessibili per ogni tipo di acquisto.

Piazza San Carlo

Giunto a Piazza San Carlo sarai colpito dalla sua bellezza ed eleganza; al centro della piazza spicca il grande monumento equestre a Emanuele Filiberto, che spostò la capitale del Ducato di Savoia a Torino; sotto ai suoi portici incontrerai alcuni tra i locali storici più prestigiosi, come il Caffè Torino e il Caffè San Carlo con gli splendidi arredi d’epoca.

Piazza San Carlo fa spesso da suggestiva cornice agli eventi più importanti di Torino.

La Mole Antoneliana, il Museo Nazionale del Cinema di Torino

Tra i luoghi di interesse di Torino non può mancare l’edificio simbolo della città: la Mole Antoneliana.

Mole Antonelliana

Come raggiungere le Mole? Da Piazza Castello ti consigliamo una bella passeggiata attraverso Via Po; l’importante arteria cittadina arriva fino alla grande Piazza Vittorio Veneto e sotto ai suoi portici troverai di tutto tra negozietti, librerie e locali, tra cui lo storico Caffè Fiorio, molto frequentati in particolare dagli studenti della vicina Università di Torino.

Arrivato all’incrocio con Via Montebello gira a sinistra e prosegui fino ad arrivare ai piedi della Mole, passando nei pressi della RAI.

Mole Antonelliana

La Mole fu costruita alla fine dell’ottocento su progetto di Antonelli, e raggiunge i 167 metri di altezza; dalla terrazza della sua altissima guglia, raggiungibile attraverso l’ascensore interno, potrai godere della vista su tutta la città.

L’interno della Mole ospita il Museo Nazionale del Cinema, con una collezione di pezzi storici, allestimenti interattivi e scenografie suggestive che ti faranno rivivere la storia del cinema italiano e internazionale.

Il Parco del Valentino

Cerchi un posto romantico a Torino? Sicuramente la passeggiata al Parco del Valentino ti ammalierà con la sua atmosfera tranquilla e d’altri tempi.

Da Piazza Vittorio Veneto attraverso i Murazzi lungo la riva del Po, luogo della movida torinese soprattutto nei mesi caldi, o percorrendo il Lungo Po Diaz, arriverai alle porte del Parco del Valentino.

Parco del Valentino

Il nome del parco ha origini sconosciute ma nel corso dei secoli la bellezza dell’area ha attirato generazioni di nobili e gente comune in cerca di svago e tranquillità.

Castello del Valentino

Al suo interno nel XVII i Savoia fecero erigere un affascinante Castello; nel parco ci sono altre numerose strutture come il Museo dell’Orto Botanico, monumenti e i vari Chalet con bar e ristoranti dove rilassarsi sulla riva del Po.

 

L’area più suggestiva del Parco del Valentino è il Borgo Medievale del Valentino (nella foto in versione notturna), realizzato alla fine dell’ottocento su ispirazione dei castelli piemontesi e valdostani; nel borgo ci sono mura e fortificazioni, chiese, case, piazze e fontane con ornamenti che simulano le architetture medievali, oltre che botteghe e localini tipici.

Juventus Stadium

Visitare Torino significa anche fare i conti con la sua straordinaria tradizione calcistica. Le due squadre cittadine, la Juventus e il Torino, hanno fatto la storia del calcio italiano e mondiale.

Juventus Stadium

Sebbene inaugurato appena nel 2011, lo Juventus Stadium è diventato un punto di riferimento non solo dello sport ma anche del turismo a Torino.

Ci allontaniamo dal centro per andare a Le Vallette a visitare lo Stadio della Juventus, tra le più titolate la mondo; oltre alla visita alla struttura potrai vedere il museo della Juve e fare shopping nel centro commerciale al suo interno.

Lo J-Stadium è tra le strutture più innovative al mondo essendo tra l’altro è il primo stadio ecocompatibile al mondo e il primo in Italia senza barriere architettoniche.

Il Lingotto e il Museo dell’Automobile

Un importante pezzo di storia di Torino è dovuto all’automobile e alla FIAT. Era il 1899 quando a Torino fu fondata una delle case automobilistiche più importanti del mondo. Lo sviluppo della città da quell’anno ha seguito a lungo il progredire dell’azienda della famiglia Agnelli.

Proprio per far fronte all’espansione della produzione fu costruito il cosiddetto Lingotto nel quartiere Nizza Millefonti, che per molti anni ha ospitato gli stabilimenti di fabbricazione delle auto, oggi diventato un interessante centro polifunzionale per importanti eventi e fiere.

Museo dell'Automobile di Torino

Poco distante, sulle sponde del Po, c’è il Museo dell’Automobile di Torino, intitolato a Gianni Agnelli;  il Museo oltre ad avere un’affasciante esposizione di auto dall’ottocento a oggi e cimeli vari, è un importante centro di documentazione e di ricerca sulla storia e design dell’automobile.

I Musei d’arte moderna e contemporanea: la GAM, Rivoli e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Torino è sicuramente la città italiana dell’arte contemporanea. Negli ultimi decenni ha visto la nascita di noti artisti e correnti oltre che di importanti istituzioni museali.

GAM Torino

Tra le tante sparse nel territorio cittadino sicuramente per importanza spiccano la GAM, Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, nei pressi della stazione di Porta Nuova, con opere da inizio novecento ai giorni nostri, il Museo del Castello di Rivoli, con l’importante collezione contemporanea ospitata negli ambienti del Castello e gli spazi espositivi della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo che finanzia giovani artisti e curatori contemporanei.

Le Residenze Sabaude nei dintorni di Torino: Venaria Reale e la palazzina di caccia di Stupinigi

Se avete visto abbastanza nel centro, nei dintorni di Torino sorgono altre Residenze Reali Sabaude, patrimonio dell’umanità UNESCO. Le residenze sono delle vere e proprie regge, fastosissime nell’architettura e nelle decorazioni interne.

Reggia di Venaria

A Nord di Torino la bellissima Reggia di Venaria è dotata di un parco stupendo, con fontane e giochi d’acqua mentre all’interno ospita un nuovissimo e suggestivo allestimento oltre che numerose mostre temporanee.

Palazzina di caccia di Stupinigi

A Sud di Torino invece la Palazzina di caccia di Stupinigi, splendida architettura settecentesca di Filippo Juvarra che conserva gli straordinari arredi interni.

Le regge sono straordinarie ma considera però che la visita ad una delle residenze potrebbe impegnarti quasi una giornata intera.

Cosa mangiare a Torino?

Visitare Torino vuol dire anche provare la cucina piemontese. In città potrai assaggiare i migliori piatti della variegata cucina regionale piemontese.

Tra i primi sicuramente risotti, tajarin oltre agli agnolotti, le lasagne, gli gnocchi e minestre varie, con ingredienti tipici della regione come i funghi, il tartufo e i tantissimi tipi di formaggi.

Bagna cauda

I secondi sono in genere a base di carne, dal tipico vitellino da latte a ogni altro tipo di carne d’allevamento o cacciagione, accompagnato da verdure cotte e crude e i tipici grissini torinesi; a Torino inoltre potrai assaggiare la bagna cauda, tipico intingolo piemontese a base di olio , aglio e acciughe servito con verdure.

Altra portata tipica è il bollito misto o il fritto misto piemontese, il battuto di carne cruda e il vitello tonnato, ancora a base di carne.

Cosa mangiare a Torino

Come dolce non puoi andar via da Torino senza aver assaggiato le prelibate cioccolate piemontesi tra cui la tipica gianduia o il torrone alla nocciola; dolce tipico è anche lo zabaglione, crema di uova , zucchero e marsala, accompagnato da biscotti. Insieme al dolce un bel liquore tra cui, amari alle erbe, lo genepì, le chine, le grappe e lo storico Vermouth Martini.

A Torino logicamente giunge il meglio dei vini piemontesi, tra i più apprezzati al mondo: barolo, nebbiolo, barbera, moscato e spumante sono solo alcuni tra i vini che accompagneranno le varie portate e ne esalteranno i sapori, rendendo la tua esperienza a Torino indimenticabile.

Per un tour più lungo

Se hai voglia di visitare anche i dintorni di Torino e la tua permanenza è più lunga di quella per la quale abbiamo strutturato questo tour, ti consigliamo caldamente di leggere l’articolo su Cosa Vedere in Piemonte: troverai una guida completa a tutte le attrattive regionali facilmente raggiungibili dal capoluogo.

Leggi Anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *