Cosa Vedere a Parma: 10 Luoghi da Visitare Assolutamente

Andiamo questa volta a visitare una delle perle dell’Emilia, la meravigliosa Parma. Cosa vedere? La storia di Parma è antichissima e gloriosa, le strade e i suoi monumenti ne sono la testimonianza.

Dunque, cosa fare a Parma? Prima di visitare Parma ti consigliamo di leggere e seguire la nostra breve guida itinerario, che ti mostrerà i luoghi di interesse in città e soprattutto ti illustrerà cosa visitare nello splendido centro storico di Parma.

A Parma il turismo da alcuni anni ha stimolato la città a fornire numerosi servizi di accoglienza per i suoi ospiti che ti permetteranno di visitare Parma vedere i suoi dintorni con tante cose da fare a da gustare.

Eletta città creativa per la gastronomia dall’UNESCO e tra le migliori al mondo per la qualità della vita, la grande ospitalità di Parma non ti deluderà; andiamo a scoprire allora a Parma e dintorni cosa vedere e fare.

Continuate nella lettura per proseguire a scoprire Parma città: luoghi di interesse e bellezze storiche non mancano davvero!

Piazza Duomo: la Cattedrale di Parma

Il luogo ideale da cui partire per visitare Parma è il suo gioiello, la Piazza Duomo con i suoi straordinari monumenti famosi in tutto il mondo.

La Piazza è dominata dalla superba Cattedrale di Parma, dedicata all’Assunta; il Duomo di Parma, consacrato nel 1106, è tra le maggiori opere di architettura romanica in Italia e custodisce all’intero dei veri e proprio tesori d’arte, come ad esempio la straordinaria cupola dipinta da Correggio, fonte di ispirazione per tantissimi artisti successivi.

cupola Parma

Sulla Piazza si affaccia anche il famosissimo Battistero di Benedetto Antelami, con il particolare rivestimento in marmo rosa e il suo affascinante interno, tra i maggiori capolavori dell’arte medievale; nel Palazzo Vescovile, invece, potrai visitare il Museo Diocesano.

Alle spalle della Cattedrale ti consigliamo di visitare anche il bellissimo Monastero di San Giovanni Evangelista, opera rinascimentale con all’interno capolavori di grandi artisti, come ancora una volta Correggio, e la suggestiva Antica Spezieria che durante la visita vi permetterà di  vedere gli arredi e gli strumenti d’epoca.

Voltiamo pagina e proseguiamo la visita!

Parma: centro storico e Piazza Garibaldi

Da Piazza Duomo, attraverso la bella Via Cavour, arriviamo nel cuore di Parma, Piazza Garibaldi, dove anticamente era localizzato il foro e si incrociavano il cardo e il decumano della città romana.

Su Piazza Garibaldi affacciano alcuni prestigiosi palazzi tra cui il Palazzo del Governatore, sede dell’esposizione di arte moderna e contemporanea, il Palazzo del Comune e il Palazzo del Podestà, antichi edifici che testimoniano lo splendore dell’epoca comunale di Parma.

Parma centro storico

Piazza Garibaldi ospita caffè, ristorante e locali vari oltre che numerosi eventi durante l’anno. Da piazza Garibaldi partono alcune delle vie più importanti di Parma dove potrai fare shopping e trovare il meglio dei negozi e dei locali cittadini, invitanti ristorantini e botteghe di prodotti tipici di qualità : la già citata Via Cavour in direzione Piazza Duomo, Via Mazzini, verso il Torrente Parma e la lunghissima Via della Repubblica.

Alle spalle del Palazzo del Governatore troverai la rinascimentale Chiesa della Steccata, un altro dei capolavori presenti a Parma con all’interno opere di Parmigianino e di altri importanti pittori emiliani.

Visitare Parma: il Teatro Regio

Parma non è soltanto bei palazzi e chiese ma la città è custode di una importantissima tradizione musicale con esponenti del calibro di Giuseppe Verdi e Niccolò Paganini e testimoniata dai sui bellissimi teatri.

Tra questi il Teatro Regio di Parma è tra i più illustri teatri d’opera al mondo e ha la fama di avere uno dei pubblici più esigenti, impietoso anche con i più grandi artisti della storia, come con Vincenzo Bellini il giorno dell’inaugurazione del teatro nel 1829. Nel corso dei tempo ha ospitato i più grandi artisti come ad esempio Nureev, Callas, Pavarotti e altri.

teatro regio Parma

Il percorso di visita all’interno del Teatro ti farà rivivere le emozioni delle grandi opere rappresentate attraversando il platea, foyer e altri ambienti dell’edificio.

Il Teatro regio è una delle sedi principali dell’importantissimo Festival Verdi, l’evento che ogni anno nel mese di ottobre ripropone le opere del grande compositore Parmigiano attraverso i più grandi interpreti contemporanei.

Monastero di San Paolo a Parma: turismo e storia

Poco distante da Piazza della Pace e dal Teatro Regio troverai uno dei luoghi da visitare a Parma assolutamente; nel tuo tuor tra i luoghi di interesse di Parma, infatti, non può mancare il Monastero di San Paolo, costruito intorno all’anno 1000 per ospitare una comunità monastica femminile.

Il monastero contiene uno dei massimi capolavori del rinascimento italiano: la Camera della Badessa dipinta da Correggio nel 1519 sull’antica volta tardogotica, preziosissimo scrigno d’arte visitato da appassionati da ogni parte del mondo.

Nei pressi del Monastero sono presenti alcuni degli istituti culturali più importanti della città come l’Istituto di Studi Verdiani, Biblioteche e il Museo dei Burattini.

Il Palazzo della Pilotta

Tornado a Piazza della Libertà questa volta dirigiti verso l’enorme complesso monumentale che domina la Piazza, il Palazzo della Pilotta, che prende il nome dal gioco della Pelota praticato in passato dalla guarnigione spagnola che li risiedeva.

Il Palazzo, immaginato in rapporto con il vicino Palazzo Ducale, fu voluto da Ottavio Farnese e iniziato nel 1583.

Quello che possiamo ammirare oggi, dopo aver attraversato lo spettacolare scalone monumentale, è uno straordinario contenitore di fondamentali luoghi culturali di Parma: il Teatro Farnese, gioiello di tecnica scenografica costruito nel XVII sec.; Il Museo Archeologico Nazionale con le testimonianze dell’antichissima storia della città, il Museo Bodoniano e la Biblioteca Palatina.

palazzo della Pilotta Parma

La Galleria Nazionale, con l’importantissima collezione in cui potrai godere dei capolavori di artisti italiani e internazionali come Beato Angelico, Leonardo, Parmigianino, Correggio, Sebastiano del Piombo, Cima da Conegliano, Dosso Dossi, Giulio Romano, Guercino, Carracci, Van Dyck, El Greco, Tintoretto, Bronzino, Bellotto, Canaletto e Tiepolo.

Il Complesso merita davvero una visita approfondita, meta principale del turismo a Parma. Nell’edificio sono presenti anche alcune facoltà dell’Università di Parma, tra le più antiche e prestigiose al Mondo.

Parco Ducale a Parma

Dopo la visita al Palazzo della Pilotta puoi spingerti finalmente oltre il Torrente Parma, attraversando Ponte Giuseppe Verdi, ti troverai direttamente alle porte del grande Parco Ducale.

Tra le cose da vedere a Parma c’è sicuramente “Il Giardino”, voluto da Ottavio Farnese che nel 1561 decise di dotare il nuovo Palazzo Ducale di una straordinaria area verde, diventata oggi tra i principali luoghi di cultura e di relax della città.

Tra i boschetti e i viali incontrerai sculture, fontane, varie specie arboree e splendidi edifici. L’edificio principale del parco, decentrato rispetto al viale centrale, è il Palazzo Ducale, anche detto Palazzo del Giardino.

parco ducale Parma

Il Palazzo, progettato dal Vignola e restaurato poi nel XVIII sec. in stile neoclassico, all’interno è ricco di stucchi e affreschi di importanti artisti.

Altro importante edificio presente nel Parco Ducale di Parma è il Palazzetto Eucherio Sanvitale, oltre al Teatro del Parco e il tempietto di Arcadia.

Il grande viale centrale termina alla grande peschiera ovale, il laghetto artificiale con al centro la monumentale Fontana del Trianon.

Il quartiere di Oltretorrente

Restando oltre il Torrente Parma, ci spostiamo dal Parco Ducale verso la cosiddetta Parma Vecchia, il quartiere popolare e multietnico di Oltretorrente, che con la sua inclinazione all’accoglienza ha reso Parma Vecchia la zona più passionale, colorita e generosa della città, dove ancora si ricordano gli scontri e le barricate in opposizione alle squadre fasciste nel 1922.

Il quartiere, nato nel medioevo e oggetto poi di grandi trasformazioni durante il ducato dei Farnese e nel ventennio fascista, conserva ancora a tratti l’aspetto antico e importanti monumenti come l’Ospedale Vecchio con l’Oratorio di Sant’Ilario, patrono della città e la casa natale di Arturo Toscanini, nel cuore del pittoresco quartiere sorge il grande complesso conventuale della Santissima Annunziata.

Nel borgo di Oltretorrente, comunque non lontano dal centro storico di Parma da cui è raggiungibile a piedi, non mancano ristorantini e alloggi economici per un soggiorno a Parma low cost.

Il Parco della Cittadella

Se ancora vuoi altre informazioni su cosa vedere a Parma, senza allontanarti troppo dal centro storico di Parma, in direzione sud, ti consigliamo di visitare anche la Cittadella di Parma.

cittadella

La fortezza, costruita nel XVI sec. ha la forma di pentagono con possenti bastioni negli angoli. L’ingresso principale è una splendida porta monumentale in marmo aperta in direzione nord verso la città.

Oltre a essere un grande monumento, la Cittadella di Parma è oggi un importante parco attrezzato per il tempo libero dei cittadini di Parma; sulle sue mura la gente passeggia e fa jogging e all’interno è presente anche un luna park. A pochi passi dalla Cittadella c’è lo stadio Ennio Tardini di Parma.

Parma: turismo ed eventi

A Parma si tengono diversi e interessanti eventi culturali e tra cui appuntamenti di importanza mondiale come il Festival Verdi ad ottobre, incentrato sulle opere di Giuseppe Verdi, nato a Roncole Verdi il 10 in Provincia di Parma.palio

Tanti manifestazioni sono dedicate alla musica, al teatro e alla danza, sia classica che contemporanea, oltre ai vari appuntamenti culturali sulla letteratura e il giornalismo, a cui si aggiunge il tradizionale Festival dell’architettura.

 

Tra gli eventi storici della città di Parma c’è poi il Palio di Parma, famosa gara nata nel XIV sec.  che ricorre annualmente nel mese di settembre, in cui  5 squadre che rappresentano le 5 antiche porte cittadine gareggiano in un’avvincente staffetta.

Parma e dintorni: cosa vedere?

Parma è circondata da tanti bellissimi luoghi e città;  Parma è a metà strada tra le belle città di Reggio Emilia e Fidenza, ricche di storia e monumenti oltre che di ottimi ristoranti e luoghi di relax.

Poco fuori dalla città potrai visitare la Certosa di Parma, che da il titolo alla famosissima opera di Stendhal, e la Pieve di San Geminiano a Vicofertile.

Sempre in Provincia di Parma, a circa 40 km dal capoluogo, c’è la celebre Salsomaggiore Terme; la città è nota dall’antichità per le salutari acque salsobromoiodiche che ne fanno una delle località termali più apprezzate al mondo, oltre ad essere stata scelta da decenni per le finali Miss Italia.

Andando verso i monti ti consigliamo di visitare Sala Baganza con la straordinaria Rocca Sanvitale o gli altri splendidi borghi e Castelli nell’area  di Parma, come quelli di Felino, Busseto con la casa natale di Giuseppe Verdi, Bardi, Solignano o in particolare il più distante borgo di Compiano con il suggestivo Castello sede del Museo Massonico.

Molto interessanti sono anche il Palazzo Ducale a Colorno e il Museo del Parmigiano Reggiano a Soragna. Tra le attrazioni naturalistiche molto bella è l’area del Parco Fluviale Regionale del Taro.

Cosa mangiare a Parma?

Se cerchi una città dove la buona cucina è all’ordine del giorno questa è Parma: tra le cose da vedere a Parma sicuramente ci sono le sue trattorie e i suoi laboratori gastronomici. Non a caso Parma è la sede prescelta per l’Autorità Europea per la sicurezza alimentare.

Alcuni prodotti di Parma e provincia sono ormai venduti a livello mondiale e sono diventati un simbolo dell’Italia intera, come ad esempio il Parmigiano Reggiano e il Prosciutto di Parma.

Dalla Provincia di Parma giungono, inoltre, altri gustosi salumi insaccati come ad esempio la spalla di San Secondo, il culatello di Zimbello e il salame di Felino, meritando il soprannome di Food Valley d’Europa.

Tra i primi piatti e le paste sicuramente a farla da padrone sono i Tortellini comunemente ripieni di ricotta ed erbette o, altro piatto tipico, gli anolini al brodo di cappone e manzo. Per arricchire la tavola ci sono gli gnocchi fritti e la polenta.

Come secondo piatto si privilegia la carne: timballo di pollo e piccione, bolliti di carne e trippa, stracotto di cinghiale, oltre che arrosti di ogni tipo arricchiti dai tartufi di Fragno e dai porcini dalla Val Taro.

Come dolce tipico c’è la spangolata, fatta di mele, canditi e noci, i biscotti e le torte di riso e mandorle. Nel territorio di Parma non mancano i vini; tra i più apprezzati è il Malvasia Colli di Parma, rosso frizzantino oltre a famosissimo Lambrusco, prodotto in tutta la regione; per chi preferisce i vini bianchi la scelta sarà sicuramente il Colli di Parma Sauvignon.

Per gli amanti della cucina etnica, sicuramente a Parma non mancano i ristoranti e street food con cibo da ogni parte del mondo.

Adesso non ti resta che godere la tua escursione in questa città, tra le città più belle d’Italia: la città ducale non ti deluderà.

Leggi Anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *