Cosa Vedere a Mantova: 10 Cose da Fare e Vedere in Città e nei Dintorni

Mantova è una bella città lombarda, uno dei principali centri del rinascimento italiano ma anche europeo, e non a caso è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Si tratta dunque di uno dei più bei posti da visitare in Italia.

Più volte nominata Capitale Italiana della cultura per i suoi innumerevoli spunti artistici, naturali e letterali, Mantova è una tranquilla città che trasuda cultura da ogni angolo.

Ricca di musei, di castelli e fortificazioni, chiese e parchi, Mantova è una città molto interessante sia dal punto di vista artistico che da quello culinario: le ricette mantovane sono famose in tutta Italia per la loro bontà.

Mantova è sicuramente una città da visitare per vedere i famosi monumenti o il celebre Palazzo Ducale, ma non solo. Ci sono tantissimi angoli, anche meno conosciuti, da scoprire passando qualche giorno a Mantova.

Scopriamo quindi in questo articolo dove si trova Mantova e cosa vedere a Mantova, una delle più belle e antiche città del Nord Italia.

Palazzo Ducale

Mantova: cosa vedere? Visita il Palazzo Ducale

Senza alcun dubbio il Palazzo Ducale di Mantova è uno dei simboli, se non il simbolo assoluto della città.

Questo grande Palazzo, uno dei più grandi a corte d’Europa, viene anche soprannominato città-palazzo per la sua grandissima estensione.

Non si tratta di una costruzione in senso proprio, piuttosto di una antica reggia (appartenuta alla potente famiglia Gonzaga) che si esprime in stanze, almeno 500, collegate fra loro da corridoi, da gallerie, cortili interni, corti e giardini, alcuni dei quali pensili.

L’estensione e complessità di questo palazzo è tale che si parla di esso come Palazzi Ducali, utilizzando il plurale per renderne la maestosità.

All’interno del Palazzo si trovano Camere affrescate celeberrime, come la Camera Pista (o camera degli Sposi) affrescata da Mantegna, ed altri tesori artistici di valore incommensurabile, opere di Tintoretto, Pisanello, Tiziano e ovviamente di Mantegna.

Voltiamo pagina per continuare la visita!

Castello San Giorgio

Altra cosa da visitare a Mantova è il Castello San Giorgio. Il Castello San Giorgio è un bastione difensivo facente parte della Reggia dei Gonzaga, ed edificato verso la fine del 1300. È uno degli edifici che attira il turismo a Mantova, nonché uno dei simboli della città lombarda.

Castello san Giorgio

Le belle sale affrescate del castello sono famose in tutta Italia. Ricordiamo in particolare la Sala del Zodiaco, dove venne tenuto prigioniero Pietro Frattini, la Sala delle Armi, la Sala degli Affreschi, la Sala dei Soli e quella degli Stemmi.

Visitare Mantova: il Palazzo Te

Un altro famosissimo palazzo mantovano è il Palazzo Te: complesso rinascimentale perfettamente conservato e situato a Mantova centro, edificato nel 1525 da Giulio Romano dietro commissione del marchese Federico II Gonzaga, questo enorme palazzo venne dedicato dal marchese alla sua amante, Isabella Boschetti.

Si tratta di una costruzione splendida, misteriosa, soprannominata ‘Palazzo dei lucidi inganni’. Palazzo Te sorgeva al centro di un isolotto che un tempo era circondato dalle acque di un lago, oggi purtroppo prosciugato.

Palazzo Te

Il nome della costruzione deriva appunto da una delle isolette che si trovavano un tempo sul canale di Mantova, chiamata isola di Tejeto.

Le sale affrescate costituiscono alcuni degli esempi più mirabili di arte rinascimentale: ricordiamo soprattutto la famosa Sala dei Giganti, la Sala di Amore e Psiche, la Sala dei Cavalli.

Oggi all’interno del Palazzo Te si trova anche il Museo Civico di Mantova.

Il Palazzo della Ragione

Altro meraviglioso edificio da Vedere a Mantova è il Palazzo della Ragione. Esso si trova a Mantova centro, e si raggiunge passando attraverso il Portico dei Lattonai fino a Piazza delle Erbe.

La Piazza in questione accoglie il Palazzo della Ragione, edificio merlato su due piani, costruito verso metà del 1200 allo scopo di ospitarvi le assemblee cittadine.

Palazzo della Ragione

Il piano terra del palazzo della Ragione ospitava numerose botteghe. Al piano superiore invece si amministrava la giustizia cittadina.

Sulle pareti del Palazzo si possono ammirare gli antichi affreschi medievali che risalgono al XII secolo e che sono stati restaurati recentemente. Oggi nel Palazzo della Ragione si tengono mostre d’arte ed esposizioni.

Cosa vedere nei dintorni di Mantova: Sabbioneta

Sabbioneta è un borgo di Mantova, facente parte dei patrimoni dell’umanità. Sabbioneta sorge nel mezzo della Pianura Padana, in una posizione strategica, fra i corsi del fiume Oglio e del Po, lungo quella che veniva chiamata Via Vitelliana.

Sabbioneta venne fondata da Vespasiano Gonzaga Colonna verso il 1550: il suo scopo era quello di edificare una città perfetta secondo i dettami del rinascimento. Infatti oggi Sabbioneta è rimasta conosciuta con il nome di ‘città ideale’.

Dotata di una forma perfettamente geometrica e di tutti i servizi, Sabbioneta venne costruita in soli trent’anni e fu dotata di ogni sfarzo e splendore: edifici maestosi, eleganti: tutto a Sabbioneta doveva essere perfetto.

Cosa Vedere a Mantova

Nonostante molti degli edifici che adornavano questo borgo da 5mila abitanti siano andati perduti, ancora oggi Sabbioneta rimane una meta del turismo a Mantova, splendido esempio di cittadina rinascimentale creata all’insegna della geometria, dell’armonia e dell’eleganza.

Fra i piani bei edifici da visitare a Sabbioneta ricordiamo il Palazzo Grande, l’antica residenza del Duca, la Galleria degli Antenati che esso ospita.

Il Teatro Olimpico, primo esempio di teatro moderno stabile edificato in due anni, il Palazzo Giardino, dove il Duca si ritirava per rilassarsi e leggere.

Anche le numerose chiese di Sabbioneta meritano una visita: come la Chiesa della Beta Vergine Incoronata, realizzata sui resti della Chiesa di San Niccolò e particolare con la sua pianta ottagonale.

Palazzo del Podestà

Se volete sapere cosa vedere a Mantova, non potete perdervi il Palazzo del Podestà, noto anche come Palazzo del Broletto.

Costruito nel 1227, sede del comune della città per diversi anni, questo palazzo sorge al centro di Mantova, dando le spalle a Piazza delle Erbe e sorgendo sull’omonima Piazza Broletto.

Palazzo del Podestà

Il palazzo del Podestà ha rappresentato il centro amministrativo di Mantova per diversi anni. Negli ultimi tre secoli è stato utilizzato per altri scopi, addirittura come carcere, ed è stato recentemente restaurato.

Sul suo lato destro si trova una torre civica che aveva la funzione di carcere, mentre sulla base si trova il Portico dei Lattai, che porta a Piazza delle Erbe.

Il Teatro Bibiena o Teatro Scientifico

Tra le cose da non perdere a Mantova ricordiamo il teatro Bibiena. Splendido capolavoro del tardo barocco a forma di campana, venne progettato da Antonio Galli Bibiena fra il 1767 ed il 1769.

Il teatro venne affrescato dallo stesso Bibiena, e si trova incorniciato dalle statue di alcuni famosi personaggi provenienti da Mantova, come Pomponazzo, Virgilio, Bertolazzo.

Teatro Bibiena

Inaugurato il 3 dicembre 1769 da nientedimeno che il celeberrimo Wolfgang Amadeus Mozart, che all’epoca aveva solo 14 anni, questo splendido teatro venne intonacato in oro e ne rimane traccia anche nel diario del padre di Mozart, che sostenne di non aver mai visto nulla di più bello.

Conosciuto anche come Teatro Scientifico, venne inglobato nel Palazzo dell’accademia voluto da Maria Teresa d’Austria. Il suo restauro fu affidato a Giuseppe Piermarini, al quale si deve il restauro della facciata neoclassica.

La Casa di Mantegna

La Casa del Mantegna fu edificata a partire dal 1476 proprio da Andrea Mantegna, sopra un terreno che gli fu donato da Ludovico Gonzaga come premio per l’affresco della Camera degli Sposi.

Sicuramente alla costruzione della casa parteciparono anche altri autori, ma è indubbio l’influsso dello stesso Mantegna.

Casa del Mantegna

Dal punto di vista architettonico la casa è caratterizzata da un disegno geometrico perfetto, un cerchio incluso dentro un quadrato.

Le varie stanze della casa si collegano in un percorso circolare. La casa del Mantegna oggi ospita le esposizioni temporanee del Comune di Mantova.

Il Duomo di San Pietro

Conosciuto anche come Cattedrale di San Pietro, questo duomo è un esempio mirabile di fusione dello stile gotico e di quello romantico.

Duomo di San Pietro

Edificato a partire dal 1395 e poi ristrutturato da Giulio Romano, che ne modificò soprattutto la facciata, il Duomo di San Pietro è il principale luogo di culto della città, si trova nella piazza Sordello in centro a Mantova, poco distante dal Palazzo Ducale.

La Cattedrale contiene opere d’arte famose come la Trinità con la Vergine e San Giovanni tra gli Angeli, di Viani, San Domenico di Bernardino Malpizzi, Transito di San Giuseppe (1616) di Niccolò Ricciolini.

Il Parco del Mincio

Ci sono ancora tantissime cose da vedere a Mantova, ma non si può non citare il Parco del Mincio, ideale per gli amanti della natura.

Il Parco del Mincio è un parco nazionale fra i più grandi e famosi d’Italia: una riserva naturale vicino a Mantova, 15 km quadrati lungo il Mincio fra paludi, laghi e fiumi.

Parco del Mincio

In questo pezzo di natura si trovano moltissimi esemplari di insetti e uccelli, all’insegna della biodiversità, come aironi, anatre, rapaci.

C’è anche una bella pista ciclabile o da percorrere a piedi, che si snoda fra ruderi e castelli.

Conclusioni

Mantova è una città ricca di arte e di storia, di cultura e di bellezza. È una città adatta per tutta la famiglia: chi cerca un percorso culturale potrà perdersi fra gli antichi edifici, chi cerca sapori e gusto nelle osterie e pasticcerie e chi ama la natura nelle bellezze della riserva del Mincio.

Dunque non perdete altro tempo e scoprite questa bellissima città della Lombardia!

Leggi Anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *