Vacanze a Fuerteventura: Opinioni e Cosa Vedere alle Canarie

State cercando informazioni per organizzare la vostra vacanza a Fuerteventura? Opinioni, mete e luoghi di interesse, consigli… Prima di partire chiunque valuta attentamente l’attrattività e la rispondenza alle proprie aspettative del luogo considerato.

 

Sole, mare, clima mite, spiagge stupende e natura incontaminata. Tra le isole Canarie, Fuerteventura è il posto ideale per trascorrere una vacanza all’insegna del relax e della tranquillità, ma è anche consigliata agli appassionati di surf e a chi ama fare lunghe passeggiate ed escursioni.

Fuerteventura è la seconda isola delle Canarie per dimensioni dopo Tenerife ed è la più vicina alle coste africane, da cui dista solo 97 km.

Non è molto popolata (poco più di 100mila abitanti in totale) e ha in Puerto del Rosario la sua città capoluogo.

Rispetto a Tenerife ha un flusso turistico più contenuto, ma le offerte sono comunque tante e variegate. Perciò, se vi state domandando cosa vedere a Fuerteventura, leggete bene questa guida e prendete nota.

Corralejo, Fuerteventura: opinioni sulle migliori spiagge

Iniziamo dalle spiagge, vero fiore all’occhiello di Fuerteventura. Opinioni di molti viaggiatori sono concordi sull’attribuire a Corralejo – situata a nord-est dell’isola – la palma d’oro come località dalle spiagge più belle.

Immancabile per chi va in vacanza a Fuerteventura è la visita al Parco Naturale di Corralejo, un’area protetta lunga 10 km e caratterizzata da splendide dune – un “lascito” della vicinanza con l’Africa – e dalla sabbia bianchissima lambita da acque turchesi.

Altre spiagge famose di Corralejo sono Playa El Caserón, Corralejo Viejo, Grandes Playas e Wikiki.

A sud è famosissima Sotavento, spiaggia lunga quasi 20 km e vero e proprio paradiso del surf. Qui, al calare della marea, è possibile vedere il formarsi di grandi bacini d’acqua nella sabbia.

Sempre a sud troviamo Cofete. Circondata da montagne, non è facilissima da raggiungere ma una volta arrivati lo sforzo è ripagato da uno splendido panorama incontaminato. Poco affollata rispetto alle altre spiagge, è consigliata per chi ama la tranquillità.

Tornando a nord segnaliamo Esquinzo, spiaggia piuttosto selvaggia caratterizzata da rocce nere e scogliere a picco sul mare. Molto amata dai surfisti e dagli appassionati di trekking.

Cosa vedere a Fuerteventura: Betancuria e Isola di Lobos

Un’importante meta turistica di Fuerteventura è la piccola cittadina di Betancuria. Oggi conta solo 700 abitanti, ma in passato è stata la capitale dell’isola.

Assolutamente da visitare è il centro storico della città, in particolare la Chiesa di Santa Maria.

Da segnalare a Betancuria il museo archeologico ed etnografico, diviso in tre sezioni che spiegano come vivevano un tempo gli antichi abitanti dell’isola.

Appena fuori da Betancuria troviamo le rovine del Convento Francescano di San Buenaventura e le statue di Ayose e Guize, i mitologici antichi re che si spartivano l’isola prima dell’avvento dei conquistatori.

Sempre a due passi dalla città c’è la Chiesa de la Virgen de la Pena, nella quale è custodita una statua della Vergine Maria in alabastro portata dai normanni nel corso del XV secolo.

La chiesa è famosa perché, ogni anno a settembre, un grande fiume di gente – spesso vestita in abiti tradizionali – si mette in marcia da ogni parte dell’isola per raggiungerla.

La capitale odierna, Puerto del Rosario, è invece una città piuttosto recente e non presenta molti siti d’interesse.

Qui ci sono per lo più negozi dove comprare souvenir e l’unico luogo davvero meritevole si trova fuori città: è l’Ecomuseo de La Alcogida, una struttura dedicata soprattutto ai bambini dove si possono osservare la macinazione del grano, la preparazione del pane e del formaggio e la cura degli animali domestici.

A 2 km da Fuerteventura c’è l’isola di Lobos, un piccolo isolotto proclamato parco naturale nel 1982.

L’isola, oggi disabitata, è raggiungibile tramite traghetto dal porto di Corralejo e ospita un vulcano ormai eroso sul quale è possibile salire per godere dello splendido panorama circostante.

Cultura e vacanze, Fuerteventura: altri luoghi da visitare

Un luogo misterioso e per certi versi sinistro a Fuerteventura è Villa Winter, a Cofete. La villa prende il nome da Gustav Winter, ingegnere della Germania nazista che vi soggiornò fino alla sua morte.

Villa Winter era una base segreta tedesca, con una serie di tunnel che la collegavano a delle caverne sotterranee.

Secondo gli storici la villa serviva da punto d’appoggio per i sottomarini tedeschi diretti verso l’Antartide.

Oggi è visitabile e presenta un ingresso molto ampio, grandi arcate, marmi e legni pregiati.

Se ci si dirige a La Oliva è d’obbligo una tappa alla Casa de los Coroneles, edificio antichissimo costruito nel VIII secolo. La casa, residenza ufficiale durante la colonizzazione dell’isola, ospita una mostra permanente e alcune esposizioni temporanee.

Sempre a La Oliva c’è il Museo dell’Aloe Vera, una pianta originaria delle Canarie. In realtà, più che un museo è un negozio dove, oltre ad acquistare prodotti, ai turisti viene spiegato il processo di estrazione e lavorazione dell’aloe.

Discoteche a Fuerteventura, vita notturna e dove andare a divertirsi

Chi sceglie di fare le vacanze a Fuerteventura non si deve aspettare una grande offerta di discoteche o locali notturni, come avviene ad esempio a Tenerife.

Tuttavia qualche bel posto in cui divertirsi c’è, specie a Corralejo. Ad esempio il Waikiki Beach Club, che di giorno è un ristorante e di notte si trasforma in una discoteca all’aperto dove ballare fino all’alba.

Sempre a Corralejo segnaliamo il Kiwi Bar, dove si balla musica r&b, commerciale e latino-americana, e il Mafasca, un night-club ubicato all’interno del centro commerciale Atlantic.

A Caleta de Fuste, nella municipalità di Las Palmas, troviamo invece il Pieros Music Cafe. Il locale si trova nel centro commerciale El Castillo e offre ogni sera un evento diverso tra musica dal vivo, spettacoli e karaoke.

Surf e spiagge: Fuerteventura, opinioni dei surfisti 

Fuerteventura è una meta obbligata per tutti gli amanti del surf. Ogni anno accorrono sull’isola appassionati da tutta Europa per cavalcare le onde dell’Oceano Atlantico e nei mesi di luglio e agosto, a Sotavento, si disputano i campionati mondiali di kitesurf e windurf.

Anche chi è alle prime armi può fare surf a Fuerteventura, dal momento che le scuole di surf sono presenti in quasi tutte le spiagge dell’isola.

Le località ideali per fare surf a Fuerteventura sono Sotavento, Corralejo, Esquinzo, Ajibe de la Cueva e La Pared.

Ma l’isola non vive di solo surf. Anche vela, pesca subacquea, pesca d’altura e snorkeling sono attività molto praticate.

Conclusioni: Fuerteventura o Lanzarote? Opinioni dei turisti

Quando si progetta una vacanza alle Canarie – e magari non si ha il tempo di visitare tutte le isole – molte volte il dubbio riguarda quale scegliere tra Fuerteventura o Lanzarote (clima, divertimento, mare… Cosa offrono in più l’una dall’altra?)

A dir la verità, le due isole distano pochissimi km l’una dall’altra e con un traghetto si possono facilmente raggiungere.

In base alle opinioni di molti turisti, Fuerteventura è l’isola con le spiagge migliori, mentre Lanzarote ha maggiori luoghi d’interesse culturale.

Dal punto di vista paesaggistico, le due isole si equivalgono. Anche Lanzarote, nominata dall’Unesco riserva della biosfera, ha molto da offrire in fatto di bellezze naturali.

Forse il punto debole di Fuerteventura è di natura meteorologica, per via del forte vento presente sull’isola, specialmente a sud.

In definitiva, Fuerteventura è consigliata a chi ama la natura incontaminata, il mare e le escursioni e magari non sopporta l’eccessiva vita notturna di località come Tenerife.

Volete conoscere altre isole? Leggete la nostra guida su Maiorca e Minorca!

Buon viaggio!

Leggi Anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *