Cosa Vedere a Sofia: Luoghi d’Interesse da Non Perdere

Stai organizzando un viaggio all’estero e ti chiedi cosa vedere a Sofia? Sofia, la capitale della Bulgaria, è una città dove molte culture si mescolano insieme alla tipica atmosfera dell’Est Europa.

La città è ancora una destinazione insolita e non è preda di orde di turisti, ciò la rende una meta originale ed economica.Sofia

La città, tra le capitali più antiche d’Europa, vanta una storia lunghissima e plasmata da popoli diversi, fattore che le da un fascino e testimonianze monumentali uniche: il suo centro è pulito, organizzato e moderno, con ottimi servizi che ti accoglieranno nel migliore dei modi.

Più che per i suoi monumenti, Sofia va visitata per le suggestioni offerte dalla particolare fusione di tradizioni e culture molto diverse.

Il clima di Sofia è tipicamente continentale: questo ti costerà una valigia ampia con abiti pesanti per le fredde notti e leggeri per il caldo di giorno, consigliata la primavera e l’autunno. Sei curioso di scoprire Sofia? Cosa vedere, allora?

Nelle prossime pagine ti indicheremo i luoghi più interessanti della città e consigli per vivere al meglio questo viaggio.

Cattedrale di Alexander Nevski, Sofia

Uno dei simboli di Sofia è la cattedrale di Aleksandăr Nevski, realizzata per ricordare i soldati russi morti nella guerra turco-russa.

La costruzione iniziò nel 1882 e terminò nel 1912, dedicata in origine ai Santi Cirillo e Metodio e solo nel 1924 ad Aleksandăr Nevski, santo eroe della chiesa ortodossa russa.Sofia, Bulgaria, luoghi di interesse

La Chiesa in stile neo-bizantino è alta 45 metri con un campanile che supera i 50 metri e può ospitare al suo interno oltre 5.000 persone. L’interno della Cattedrale è di gusto italiano, con decorazioni di artisti e artigiani da ogni parte d’Europa.

Una sezione della Cattedrale ospita un museo di icone che arrivano da tutta la Bulgaria. Nel mercato nei pressi della Chiesa è possibile acquistare un’icona dipinta a mano a prezzi accessibili.

Ora voltiamo pagina!

Vitosha Boulevard

Se cerchi negozi e locali per shopping e divertimento devi assolutamente percorrere Vitosha Boulevard, una delle strade principali della città, luogo d’incontro e di svago privilegiato.

Lungo la lunga via resa di recete pedonale, troverai eleganti negozi con I grandi nomi della moda internazionale oltre ad altre tantissime boutique e alcuni dei migliori ristoranti e locali della capitale.

Lungo il percorso di Vitosha Boulevard incontrerai anche importanti palazzi e spazi cittadini come il Palazzo della Cultura con il bel parco che lo circonda, Il Palazzo di Giustizia e la grande Moschea di Banya Bashi, che dal cinquecento è uno dei simboli del dominio turco. Alle spalle della Moschea potrai rilassarti nelle Terme di Sofia.

Chiesa di Santa Sofia

L’antichissima chiesa risale al VI secolo dopo Cristo, l’epoca dell’Imperatore Giustiano, e da addirittura il nome alla Città.

La chiesa conserva i segni di profonde trasformazioni avute nel corso della storia, raccontando il movimentato passato di Sofia.

chiesa Santa Sofia

L’edificio passa, infatti, da luogo di culto cristiano occidentale a chiesa orientale, trasformata poi in Moschea sotto il dominio turco, ritorna chiesa ortodossa dalla fine dell’ottocento.

Tra l’edificio e l’esterno si possono vedere i resti dell’arte dei primi anni del cristianesimo e una  necropoli romana. Come puoi vedere a Sofia, Bulgaria, luoghi d’interesse non mancano.

La rotonda di San Giorgio (Sveti Georgi)

La chiesa di San Giorgio è un edificio paleocristiano del IV secolo d.C.,  il più antico della città, costruito quado Sofia era ancora la romana Serdica, importante centro della Tracia. È riconoscibile dai mattoni rossi utilizzati per la costruzione.Rotonda di San Giorgio

La chiesa in origine spoglia, fu affrescata con splendidi dipinti tra il X e il XIV secolo; anche la chiesa di San Giorgio fu convertita in Moschea durante la dominazione ottomana e oggi è ritornata ad essere un luogo di culto cristiano.

La Chiesa di San Giorgio è circondata da un’importate area archeologica dove è possibile vedere quello che resta dell’antica città romana di Serdica e, poco distante, troverai il Palazzo del Presidente della Repubblica.

Piazza Aleksandar Battenberg

La piazza, in pieno centro di Sofia, è stata il cuore della Bulgaria Comunista; ospitava infatti la sede del Partito Comunista e il Mausoleo di Georgi Dimitrov, fondatore del socialismo bulgaro.

Nella piazza si affaccia l’antico Palazzo Reale diventato in epoca ottomana la sede del tribunale e successivamente restaurato per volere del Principe Aleksandar Battenberg, durante la dominazione Russa; il palazzo, immerso in un parco, è oggi Il Museo Nazionale d’Arte, con una ricchissima collezione di opere d’arte Bulgara.

Poco distante dal Palazzo del Museo Nazionale d’Arte, percorrendo l’importante Boulevard Osvoboditel I, potrai visitare anche il Museo di Storia Naturale e accanto l’incantevole Chiesa russa di San Nicola.

Chiesa russa di San Nicola a Sofia

Percorrendo Boulevard Tsar Osvoboditel rimarrete colpiti da una delle più suggestive architetture di Sofia.

La Chiesa di San Nicola, commissionata da un diplomatico Russo, fu realizzata  agli inizi del novecento imitando lo stile russo del XVII secolo.Boulevard Tsar Osvoboditel

L’edificio è caratterizzata dal colore verde e oro dei tetti e delle cupolette in contrasto al bianco delle pareti.

L’interno è decorato da affreschi, ricorda in tutto una chiesa ortodossa russa, con l’iconostasi, in ceramica, che divide lo spazio dell’altare e le pitture nello stile della Scuola di Novgorod.

Il monumento, seppur non antico, è uno dei luoghi più visitati e caratteristici della capitale, simbolo dell’ecletticità di Sofia.

Teatro Nazionale Ivan Vazov

Il Teatro Nazionale è uno dei simboli di Sofia e affaccia su un rilassante Parco, dedicato al più importante scrittore – autore Bulgaro.

Fondato nel 1904 e costruito in stile neoclassico, è il teatro più antico e prestigioso della capitale.

Teatro Nazionale Ivan Vazov

La sua storia è segnata dalla sfortuna: negli anni venti un incendio lo danneggiò seriamente e durante la seconda guerra mondiale fu colpito dai bombardamenti.

Oggi è un moderno e attrezzatissimo teatro, dove vengono messe in scene opere famose in cui si esibiscono prestigiosi musicisti, cantanti e attori, ospitando circa mille spettatori.

I Musei di Sofia

Sofia, come altri capitali europee, è ricca di musei. Ti abbiamo già presentato alcuni tra i più importanti ma ne restano molti altri.Chiesa di Bojana

Da visitare c’è sicuramente il Museo Nazionale di Storia, nel quartiere di Boyana, ai piedi del Monte Vitoša; il museo conserva una straordinaria collezione di reperti che testimoniano l’antichissima e complessa storia della Bulgaria, tra cui il tesoro dei Traci.

Nel centro, a pochi passi da Piazza Aleksandar Battenberg , c’è il grande Museo Archeologico. Nel Parco lungo Boulevard Cherni Vrah c’è l’Earth and People National Museum, uno dei musei mineralogici più grandi al mondo, e accanto il Museo di Arte Contemporanea.

Altro punto nevralgico per la cultura a Sofia è l’area che circonda la Cattedrale di Alexander Nevski dove, tra accademia e istituti culturali, troverai il Museo d’Arte Straniera, con raccolte di opere da ogni parte del mondo.

La Chiesa di Bojana

Un  tuffo nel medioevo Bulgaro. La chiesa di Bojana, dal nome del quartiere di Sofia, nel 1979 è stata inserita nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, grazie agli straordinari affreschi realizzati a partire dal 1259.

Una parte dell’edificio a due piani fu costruita tra la fine X e l’inizio dell’XI secolo, mentre la parte centrale fu realizzata ai tempi del  Secondo impero bulgaro, nel XIII secolo.

La chiesa e i suoi affreschi sono tra i migliori esempi dell’arte medievale in Europa orientale.

Le immagini rappresentate hanno una grande espressività con molti dettagli che testimoniano la tradizione religiosa ed eventi e personaggi storici di rilievo, tra cui I ritratti quelli dello zar bulgaro Costantino Tikh e della zarina Irina; le immagini e le suggestioni che trasmettono ti regaleranno un’esperienza unica.Monte Vitoša

Monte Vitoša

Se vuoi abbinare alla visita della città, un passeggiata nella natura, qui potrai fare trekking o sport invernali.

La città di Sofia è dominata dal Monte Vitoša, un massiccio montuoso poco distante dalla capitale della Bulgaria, di cui è uno dei simboli.

Per raggiungere la montagna potrai utilizzare gli impianti di risalita di Dragalevci e Simeonovo, due quartiere periferici di Sofia  o raggiungerlo in bus dal centro.

Nei mesi freddi (almeno sei mesi all’anno) il Monte Vitoša è attrezzato come stazione sciistica, piste di sci alpino, sci nordico e altri divertenti attività da praticare sulla neve.

Cosa vedere nei dintorni di Sofia?

Se il tuo soggiorno a Sofia è lungo abbastanza da permetterti di allontanarti dalla città e visitare i suoi dintorni ci resta ancora qualche cosa da vedere in Bulgaria.

Uno dei luoghi più affascinanti della Bulgaria è sicuramente il Monastero di Rila, costruito sull’omonimo monte a 1140 metri di altitudine.

Il Monastero è Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO, e basta una semplice occhiata per capirne il motivo: all’esterno è fortificato, all’interno è un tripudio d’arte, immagini a fondo oro e suggestive architetture ti lasceranno a bocca aperta.

Nella stessa direzione, a quasi due ore di viaggio, c’è la seconda città della Bulgaria, Plovdiv.

La città è l’antica Filippopoli macedone, capitale antica della Tracia, dove potrai visitare un incantevole centro storico e i resti archeologici della città romana, oltre al Monastero di Backovo, nei pressi della città.Vita notturna

Divertimento a Sofia: vita notturna

Sofia ha una vivacissima vita notturna, con svaghi di ogni genere. Moltissimi bar, disco e club di Sofia sono tra il Ulitsa Rakovski e Boulevard Vitosha.

Il divertimento notturno non costa molto, per bere, mangiare  ed entrare nei locali, in genere non i spendono cifre alte.

Moltissimi locali e club li troverai anche nella zona dell’Univerisità, Studentski Grad, dove i tanti posti sono sempre meta degli studenti in città. Per spostarsi in città di sera è consigliabile utilizzare i taxi, economici e veloci.

Per una serata più tranquilla, non mancano ristoranti e pub per ogni gusto e tasca.

La Moneta Bulgara

Prima di incuriosirvi svelandovi alcune ricette tipiche della Bulgaria, vogliamo focalizzare l’attenzione sulla moneta della Bulgaria: è consigliabile cambiare gli euro con i Lev bulgari cambiare gli euro direttamente sul posto, anzichè nel centro della città, sia per comodità che per sicurezza.

Sebbene tale Paese sia entrato nell’Unione Europea il 1 gennaio 2007 la moneta non è infatti l’euro: il tasso di cambio euro / lev bulgaro è stato fissato ad 1,95, ossia 1 euro per 1,95 lev bulgari.

Cosa mangiare a Sofia?

La cucina bulgara è il risultato della fusione di tradizioni molto diverse, che partano dal mondo arabo e arrivano a quello slavo. Il pasto in genere inizia con una zuppa seguito molto spesso da piatti a base di carne con contorno di verdure.

Uno dei piatti tipici di Sofia è il Tarator, una zuppa fredda fatta con yogurt, cetrioli, noci macinate, prezzemolo e finocchio; altra zuppa caratteristica del posto è la Shkembe Chorba, fatta con interiora di maiale o di agnello, insaporita con aceto e aglio.

tarator

Dalla tradizione ellenica arriva un ampio uso dello Yogurt per la preparazione delle salse, come un piatto comune di derivazione greca è la Musaka, fatta di patate e carne macinata. Alcuni saporitissimi contorni a base di pomodoro e ortaggi sono sono la Shopska Salata e la Kiopolu.

Ancora carne per secondo: polpette di carne di mucca e maiale, le Kebapcheta, o la carne Shishcheta.

Non mancano i prodotti della pasticceria per concludere dolcemente il pasto: da assaggiare i dolci tipici Baklava, Kadaif, preparati con sciroppi, o il Banitza, farcito con formaggio dolce. Notevoli sono anche gli alcolici distillati dalla frutta come l’acquavite di uva, di albicocca e di prugna.

In conclusione, un’ultima nota: per ordinare i vostri piatti, nonchè per acquistare i biglietti per musei ed attrazioni, o semplicemente per chiedere indicazioni, vi consigliamo di parlare in inglese: in caso contrario potreste avvalervi di una guida, così da potervi muovere agevolmente per la città!

Leggi Anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *